Tappa Precedente
Tappa Successiva
Inizio Tappa SUBBIANO
Arrivo Tappa AREZZO
 Lunghezza Tappa KM
20,3
Nazione del percorso Italy
Regione Toscana
Dislivello Salita
190 m
Dislivello Discesa
170 m
CAI (Diff. Escurs.) E
Percorribilità Foot

Tappa 31 – Subbiano o Capolona – Arezzo – Subbiano e Capolona sono divisi solo dall’Arno: uno sulla sponda sinistra e l’altro sulla sponda destra. Da lì, con una facile e corta tappa, si giunge ad Arezzo, ricca di storia e arte. Il percorso è tra strade carrarecce e sentieri di campagna, con pochi saliscendi.      

Con questa tappa si esce da Subbiano, per entrar subito in un altro, Capolona. Si attraversa l’Arno dopo Subbiano, si passa sotto la SS 71, si continua sempre nelle vicinanze del fiume. Si passa di nuovo sotto la SS 71 e si continua sulla SP dello Spicchio. Si prende per la strada che conduce agli impianti di depurazione, strada che, dopo l’ultima casa, diventa il sentiero CAI n. 43; questo entra in un bel bosco sopra il fiume; dopo la bella radura in mezzo a ginestre e uliveti si giunge alla Pieve di Sietina (merita una visita). (i ciclisti continuino a destra sulla provinciale dello Spicchio, poi su Via Pieve a Sietina, fino a Pieve a Sietina) Poi si continua per Arezzo scendendo verso l’Arno, che si attraversa su una comoda passerella. Superato il fiume si giunge a Giovi-Ponte alla Chiassa, si attraversa la linea ferroviaria, e si giunge sul vecchio tracciato della SS 71. Poi si torna in aperta campagna su una bella carrareccia, giungendo fino a all’abitato di Puglia, antico insediamento su una collina isolata, in mezzo alla pianura.  (consigliato per i ciclisti entrare nella Strada Della Puglia e continuare per 1,3 km). Lasciato Puglia in direzione di Arezzo si passa sullo Stradone di Ciò, si supera la SP della Catona. Poi, dopo aver attraversato diverse strade di campagna si incontra Via San Fabiano, e quindi Via Tarlati. Si giunge a ridosso delle mura della città di Arezzo, a Porta Stufi. Si arriva quindi in centro, in Piazza Duomo. Un’alternativa più ambientale è quella di salire al Parco da Via San Fabiano, passare a fianco del cimitero, seguire le mura e andare a Porta Stufi.

Punti di interesse

Arezzo – La città è situata alla confluenza di tre vallate: a nord della città ha inizio il Casentino, valle percorsa dal primo tratto dell’Arno; a nord-ovest si trova il Valdarno Superiore, sempre percorso dall’Arno nel tratto Arezzo-Firenze; a sud si trova la Val di Chiana, una pianura fertilissima ricavata dalla bonifica delle preesistenti paludi, il cui più importante corso d’acqua è il Canale Maestro della Chiana. Arezzo fu poi una delle principali città etrusche e molto probabilmente sede di una lucumonia. Durante l’epoca romana, specialmente nel periodo repubblicano, Arezzo divenne un simbolo importantissimo dell’espansione romana a nord e un bastione difensivo del nascituro impero, grazie alla sua posizione strategica che ne faceva tappa obbligata per chiunque volesse raggiungere la sempre più potente città sul Tevere. Terra di confine tra i domini dei Goti e l’esarcato bizantino di Ravenna, fu testimone di aspri scontri fra le due fazioni e fu uno dei primi centri occupati dai Longobardi. I Franchi di Carlo Magno privilegiarono i rapporti con quello che ritenevano il più alto potere locale: il vescovo, a cui attribuirono il titolo di Conte e molte volte imposero un loro rappresentante. Sotto la protezione del vescovo e i privilegi conferitigli dagli Ottoni di Sassonia e dagli Hohenstaufen, si sviluppò nel contado aretino anche un gran numero di abbazie, che contribuirono a ricostruire un sistema di scambi e un minimo ambito culturale. Da vedere:il Duomo, chiesa gotica con l’affresco della Maddalena di Piero della Francesca e le vetrate di Guillaume de Marcillat; la Chiesa di San Domenico, fondata nel 1275 e terminata all’inizio del Trecento con il Crocifisso ligneo di Cimabue; la Basilica di San Francesco con la Cappella Bacci, che contiene l’affresco La leggenda della Vera Croce, di Piero della Francesca; Santa Maria della Pieve (la Pieve), con una torre alta 59 metri detta anche “il campanile dalle cento buche”; nell’archivolto del portale principale si ammira il complesso scultoreo lapideo policromo del XII secolo, raffigurante Ciclo dei mesi e all’interno il polittico di Pietro Lorenzetti; la Chiesa di Santa Maria a Gradi, progettata dall’Ammannati con affreschi e cantorie del XVII secolo e un’antica cripta; la Chiesa della Santissima Annunziata detta “della Madonna delle Lacrime”, con opere di Giorgio Vasari e Pietro da Cortona, affresco di Spinello in facciata e portale trecentesco; Santa Maria delle Grazie: santuario quattrocentesco tardogotico con portico rinascimentale di Benedetto da Maiano, altare maggiore in marmo e terracotta smaltata (fine Quattrocento), opera inconsueta di Andrea della Robbia che raffigura nel timpano Madonna con Bambino tra due angeli; nelle nicchie i Santi Lorentino, Pergentino, Donato e Bernardino, nel paliotto la Pietà; all’interno un affresco di Parri di Spinello (Madonna della Misericordia).

Guida Ufficiale della Via Romea Germanica (www.guidaromea.eu)

 

In grassetto le strutture da noi già utilizzate
In rosso le strutture convenzionate (con Credenziale*)
(*) i prezzi potrebbero cambiare per situazioni particolari: si prega di prenotare per tempo e chiedere conferma

Come arrivare

Da aeroporto (BOLOGNA, FIRENZE, PISA, PERUGIA) a Stazione FS Arezzo   BUS/TRENI LOCALI – linea bus (www.oraribus.com/orari.php?autobus=Arezzo/Subbiano); Stazione FS Arezzo – Stazione Subbiano: Treni TFT (www.trasportoferroviariotoscano.it/index.php/Viaggia-con-noi/Orari-dei-treni)

Dove mangiare

  Typical Dishes = Buonissimo Typical Dishes = Dissapore Typical Dishes = Initalia Typical Dishes = Gambero Rosso
A&O Via P.Barbiera – 52010 SUBBIANO-AR 0575-420363    
Dico Via Aldo Moro, 1 – 52010 CAPOLONA-AR      
D-Piu Via Siro Fantoni,62 – 52010 SUBBIANO-AR 0575-421170    
Antica Osteria L’Agania via Mazzini,10 – 52100 AREZZO 0575 295381 / 0575 300205 info@agania.com www.agania.it
Hotel L’Aretino via Madonna del Prato 83, 52100 AREZZO 0575-294003 hotelaretino@gmail.com www.hotelaretino.it
Rifugio del Viandante via S.Domenico, 58 – 52100 AREZZO 0575 27874 –  339 3843723 info@ilrifugiodelviandante.it www.ilrifugiodelviandante.it

Dove dormire

Bike Service

La Bicicletteria Italiana Via F.Crispi,86 – 52100 AREZZO 0575-26523    
Tutto Bici Via Romana,47/d – 52100 AREZZO 0575-911661    
Biking Team Via Mincio,21 – 52100 AREZZO 0575-942151    
Due Ruote Via V.Veneto,225 – 52100 AREZZO 0575-901986    
Livi Stefano via Vasco da Gama,8 – 52100 AREZZO 0575-942378    

Assistenza

CAI AREZZO Via Fabio Filzi 28/A – 52100 AREZZO 0575 360326 sezione@caiarezzo.it www.caiarezzo.it
Centro Accoglienza Turistica Piazza della Libertà, 1 – 52100 AREZZO 0575 401945 welcome@comune.arezzo.it www.arezzointuscany.it
Ufficio Turismo Via Bicchieraia,26 – 52100 AREZZO 0575 377460 turismo@comune.arezzo.it www.comune.arezzo.it
Ufficio Turistico Arezzo Valley Emiciclo Giovanni Paolo II – 52100 AREZZO 0575-182277 arezzovalley@creativearts.it www.arezzoturismo.it
Curiosando nel Mondo – Maioli Laura Tour Operator 52011 BIBBIENA AR 0575-593002 incoming@curiosando.eu www.curiosando.eu
VALCERFONEOUTDOOR (trasporto zaini e biciclette, noleggio bike) 52035 MONTERCHI AR 331-9077671 valcerfoneoutdoor@virgilio.it  

Foto dalla Tappa

Visit-Arezzo