Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

Tutti in marcia “I love Cammini Emilia Romagna” 12 passeggiate con la guida, gratuite, tra boschi e pievi
Sono 12 le passeggiate, tutte facili e gratuite, nel cartellone della prima edizione di “I love Cammini Emilia Romagna 2019” – Da Piacenza a Rimini, dal 15 giugno al 30 settembre, le 12 uscite sono state pensate per far scoprire in compagnia di una guida ufficiale, i cammini storici del territorio, con tanto di merenda e soste nei luoghi dello spirito – Dalla Via degli Dei, al Cammino di San Francesco, dalla Via Francigena, al Cammino di Sant’Antonio e tutti gli altri appuntamenti sono organizzati dalle associazioni dei cammini dell’Emilia Romagna – I percorsi non superano mai i 10 km e sono adatti a tutti, unico obbligo: prenotarsi sul sito camminiemiliaromagna.it

Bastano un paio di scarpe da ginnastica, meglio se con una suola rigida e a carrarmato, un cappellino, uno zainetto e si è già pronti per prenotarsi a uno dei week end gratuiti della prima edizione di “I love Cammini Emilia Romagna 2019”. Sono 12 passeggiate, adatte a tutti, in compagnia di una guida ufficiale AIGAE (Associazione italiana guide escursionistiche) in programma dal 15 giugno fino al 30 settembre, in tutta la regione, da Piacenza a Rimini. Le uscite sono state pensate per far scoprire gli splendidi cammini storici e naturalistici del territorio, con tanto di merenda dedicata ai prodotti tipici e soste nei luoghi di fede più affascinanti: dalla Basilica di San Luca, al Convento delle Clarisse nel Montefeltro, dall’Eremo di Tizzano, all’Abbazia di Galeata in Romagna. I percorsi non superano quasi mai i 10 km – la maggior parte anzi si limita a 7 o 8 km – e sono adatti a tutti. Si parte verso le 9.30 del mattino e si rientra nel pomeriggio. Ogni rientro è stato calcolato in modo da permettere di prendere (se si vuole) i mezzi pubblici per tornare a casa. Unico obbligo per i partecipanti: prenotarsi sul sito camminiemiliaromagna.it perché i posti hanno un numero chiuso. L’iniziativa è promossa da Apt Servizi Emilia Romagna in collaborazione con la Conferenza Episcopale Emilia Romagna; le passeggiate sono organizzate dai singoli Cammini dell’Emilia Romagna in collaborazione con l’Associazione AIGAE. Ogni giornata sarà diversa. Si camminerà fra boschi e pievi, fra laghi e castagneti secolari, fra piccoli borghi e crinali di montagna. Per esempio, a Castiglione dei Pepoli, sull’Appennino Bolognese (15 giugno), dopo la passeggiata ci si tufferà nella festa del paese dedicata ai cammini e allo Street food. Il 6 luglio si pranzerà in uno dei rifugi storici più antichi d’Italia, il Duca degli Abruzzi davanti al lago Scaffaiolo nel Parco di Corno alle Scale (Bo). La giornata dedicata al tratto piacentino della Via Francigena del 14 settembre prevede anche il guado del torrente Chiavenna, proprio come degli antichi pellegrini. Fra tanta natura e boschi, c’è anche un trekking urbano: è quello a Parma in programma il 21 settembre. Equipaggiamento consigliato: scarponcini da escursionismo o scarpe con suola a carrarmato, giacca impermeabile. Portare sempre una riserva di acqua. In caso di pioggia nei giorni precedenti, presenza di tratti fangosi, possono essere utili le ghette.

Sabato 15 giugno Via della Lana e della Seta

Domenica 16 giugno Cammino di Sant’Antonio

Domenica 23 giugno Via degli Dei

Sabato 6 luglio Alta Via dei Parchi

Domenica 1 settembre Via Romea Germanica

Sabato 7 settembre Via Francigena

Domenica 8 settembre Via degli Abati

Sabato 14 settembre Via Francigena

Domenica 15 settembre Via Matildica Volto Santo

Sabato 21 settembre Via di Linari

Domenica 22 settembre Via Romea Germanica Imperiale

Sabato 28 settembreCammino San Francesco da Rimini a La Verna

Ecco il calendario di “I love Cammini Emilia Romagna 2019” 15 giugno Via della Lana e della Seta. 6 km ad anello a Castiglione dei Pepoli (Bo) Incontro alle 9.30 nella piazza del Mercato di Castiglione dei Pepoli (raggiungibile anche via treno e pullman di linea). Itinerario: centro storico, Chiesa Vecchia, castagneto secolare con essiccatoio per le castagne. Fra piccole borgate e oratori si raggiunge il Lago di Santa Maria nel Parco dei Laghi di Suviana e Brasimone, dove c’è un chiosco. Si passa poi per il Cimitero dei 502 Sudafricani che nel 1944 parteciparono alla liberazione di Castiglione. Al rientro (ore 13 circa) Festa della Lana e della Seta con piccola fiera dei cammini, laboratori bambini, Street food e concerto. 16 giugno Cammino di Sant’Antonio. 8,2 km a Brisighella (Ra) Partenza ore 9.20 da Piazza Carducci. Durante la passeggiata si scopriranno la Chiesa dei Santi Giovanni e Battista, la rocca e la Chiesa della Beata Vergine del Monticino, la Cava del Gesso del Monticino, Il Parco del Carné, il Castello di Rontana, la Torre dell’Orologio. Tempo cammino: 4 ore. Tempo in pausa: 3 ore. Dislivello complessivo in salita 330. Ci si fermerà per il pranzo alle 12.30 circa. Rientro in piazza verso le ore 16.00. Domenica 23 giugno Via degli Dei. 8 km da Bologna a Casalecchio di Reno Patenza ore 10 all’Arco del Meloncello a Bologna. Il percorso è molto panoramico: salita lungo il portico di San Luca, fino ad arrivare al Santuario della Beata Vergine con vista sulla città. Da qui si riscenderà giù dal Sentiero dei Bregoli (area protetta delle Colline di San Luca) per arrivare alla Chiesa di San Martino, e per visitare dall’esterno la monumentale Chiusa di Parco Talon, Patrimonio dell’Unesco. L’itinerario oltre ad essere molto panoramico, tocca due d’importanti luoghi di fede (Basilica di San Luca, Chiesa di San Martino). Portare pranzo al sacco. Termine camminata: indicativamente ore 14. Difficoltà media. Rientro con i mezzi pubblici (bus n. 20 fino all’Arco del Meloncello). 6 luglio Anello 8 km nel Parco del Corno alle Scale e Alta Via dei Parchi Incontro ore 10 al Lago del Cavone di Corno alle Scale (c’è un ampio parcheggio). Si può raggiungere il Cavone da Porretta Terme con bus di linea (Tper 776: partenza ore 8.25 da Porretta Terme e arrivo Cavone ore 9.30). Percorso senza particolari difficoltà: camminata prima su comode strade forestali poi in ambiente d’alta quota. Dal Lago Cavone (1450 m) si percorre il sentiero CAI 329 fino al lago Scaffaiolo (1775 m). Da qui inizia un tratto dell’Alta Via dei Parchi, si attraversano il Passo dei Tre Termini (confini fra Modena, Bologna e Pistoia), la testata della valle del Torrente Dardagna e si risale al Passo dello Strofinatoio (1847 m): questa è la cresta sommitale del Monte Corno alle Scale. Si scende poi verso il Cavone lungo il sentiero CAI 329A. Punti d’interesse: i panorami su gran parte del crinale appenninico tosco-emiliano-romagnolo (dal reggiano al forlivese) e sulle Alpi Apuane; laghi d’alta quota, praterie oltre il limite degli alberi con fioriture e vegetazioni di mirtilli. Possibilità di sosta al Rifugio delle Malghe. 400 m di dislivello in salita; tempo di percorrenza 3 ore circa (escluse le soste). Pranzo al sacco o al Rifugio CAI Duca degli Abruzzi. Rientro al Cavone ore 16.00 circa. Bus di linea per Porretta ore16.50.

Domenica 1 settembre Via Romea Germanica percorso ad anello a Galeata Si tratta della tappa 26 della Via Romea Germanica fra Cusercoli e Santa Sofia. Il tratto prescelto è quello a Galeata. Incontro ore 9,30 nel parcheggio del centro sportivo e colazione libera per chi vuole nel forno pasticceria Fantini. Itinerario: centro storico, Abbazia (si raggiunge percorrendo 3 km su strada asfaltata, alberata e panoramica, in leggera, costante, salita) visita guidata alla chiesa, discesa lungo l’antica Mulattiera delle Celline (1,5 km), visita guidata dei borghi di Pianetto di Mercatale; si vedrà anche il cippo che ricorda il passaggio di Dante diretto a Valbona. Ritorno a Galeata. Pranzo al sacco o, per chi vuole, con prodotti tipici al chiosco. Rientro ore 15.00. 7 settembre Via Francigena. 10,4km da Cassio a Berceto (Pr) fra boschi e mulattiere La famosa Via Francigena è lo scenario di questa uscita di settembre di cui si percorre una parte della tappa 21. Ritrovo ore 9.30 davanti all’ostello di Cassio sulla Strada Cisa, 100. Da qui si raggiunge Castellonchio, borgo seicentesco tra le valli del Taro e del Baganza. Il trekking è abbastanza impegnativo, si svolge su carrarecce e mulattiere, boschi, saliscendi, muretti a secco, in un paesaggio montano con i grandi orizzonti e dai panorami dell’Appennino. Il percorso prosegue poi fino a Berceto, ultimo borgo storico prima del valico appenninico della Cisa verso la Toscana. Rientro intorno alle ore 16.00 con transfer Berceto-Cassio. A richiesta – per questo tratto di circa 10 km – c’è un servizio pubblico di bus a prenotazione almeno il giorno prima (840222223). Il pranzo è al sacco. Consigliate le bacchette da trekking. 8 settembre Via degli Abati Camminata ad anello 9 km a Bardi (Pr) E’ una camminata ad anello sotto il Pizzo d’Oca, con bellissimi panorami sulla Val Ceno, questa uscita dedicata alla Via degli Abati. Tutta la zona è famosa per la produzione del Parmigiano Reggiano. Ritrovo: ore 9.15 alle scuole di Bardi e spostamento, con i propri mezzi, verso località Predarìo. Ore 10.15: inizio camminata su sentieri ritrovati, tra muretti a secco e antichi ambienti rurali. Il ritorno è sul tracciato della Via degli Abati con una sosta alla Chiesa di Monasterio e a produttori locali. Ore 13.30 rientro all’agriturismo Ca’ di Alfieri dove si può pranzare (12 o 15 euro) o consumare il pranzo al sacco. Ore 14.45: visita guidata del centro storico di Bardi con il castello e la preziosa Pala del Parmigianino. Conclusione: ore 16.00 Difficoltà media. 14 settembre Via Francigena. 21 km in campagna da Pontenure a Fiorenzuola (Pc) Si cammina nella campagna padana su un tratto della tappa italiana numero 17 della Via Francigena (quella che va da Piacenza-Fiorenzuola). Partenza ore 8.45 dalla stazione di Pontenure. Si attraverseranno belle campagne e piccoli centri abitati, come Valconasso e Chero, e si costeggia il castello di Paderna. La conclusione è nel centro storico di Fiorenzuola. La tappa è pianeggiante, ma un po’ impegnativa per la lunghezza. Uno dei momenti più particolari sarà il guado del torrente Chiavenna, proprio come facevano i pellegrini dell’anno Mille. Ci si porta il pranzo al sacco, ma c’è anche la possibilità di pranzare in loco. Termine: ore 16.30 circa.

15 settembre Via Matildica Volto Santo. 7,5 km Marola -Castello delle Carpinete (Re) Ci si immerge nell’ atmosfera medievale di Matilde di Canossa con questa camminata che copre un tratto della Via Matildica Volto Santo. Si parte alle 9.30 dall’Abbazia benedettina matildica di Marola (raggiungibile con treno e bus di linea) Il percorso passa fra colline, boschi, castagneti e chiese come quelle di San Donino e di San Vitale a Carpineti e si termina nel bel castello delle Carpinete. Durante il cammino ci sono incontri con pro loco, piccoli produttori locali e figuranti matildici. Sosta per pranzo al sacco, volendo c’è un agriturismo. Il percorso è collinare, il dislivello massimo è di 400 metri, l’altitudine massima è di 780 metri. Conclusione camminata: ore 14.00 21 settembre Via di Linari . 5 km trekking urbano a Parma Questa camminata è l’unico trekking urbano di questa edizione di I love cammini. Sarà un sabato dedicato alla scoperta della città di Parma percorrendo una parte dell’antica Via di Linari. Incontro mattutino: ore 9,30 alla Chiesa di Santa Croce. Il percorso toccherà poi la Via Emilia antica, il centro storico medioevale, l’elegante via Farini, Ponte Capra Zucca, San Giuseppe piazzale Santa Croce. Il pranzo è previsto, per chi vuole, in una struttura convenzionata con la manifestazione. Orario termine camminata: ore 15,30 circa. Posti 25. 22 settembre Via Romea Germanica Imperiale 7 km da Pavullo (Mo) a Montecreto (Mo) Il percorso è quello della terza tappa della Via Germanica Imperiale. Partenza alle 9.30 davanti alla Chiesa di San Bartolomeo di Pavullo (Modena). Si sale fino al Castello e al borgo di Montecuccolo (dislivello 150 metri). Poi si scende alla Pieve millenaria di Renno, tra boschi, sentieri selciati e panorami su valli e sul crinale appenninico. Pranzo al sacco. Rientro in pullman di linea a Pavullo, tra le 14.00 e le 15.00 28 settembre: Cammino San Francesco da Rimini a La Verna (7 km) Questo percorso permette di vivere una giornata nei luoghi cari a San Francesco di Assisi e di scoprire il bellissimo paesaggio del Montefeltro nell’entroterra riminese. La camminata parte alle 9 dalla chiesa di Torricella di Novafeltria e si conclude nel piccolo borgo storico di Sant’Agata Feltria. Si procede prevalentemente su sterrate con brevi tratti di asfalto su strade poco trafficate. A Sant’Agata Feltria visita guidata del centro storico e dei luoghi francescani. Pranzo al sacco o autogestito. Ore 15.15 rientro a Novafeltria con bus di linea. Tempo di camminata: 2 ore e 15. Dislivello in salita 350 metri.
Informazioni specifiche ed iscrizioni su: https://camminiemiliaromagna.it/it/
Ufficio Stampa Apt Servizi telefono 0541/430190