14 luglio 2016. Primo incontro del Tavolo Istituzionale tra Regione e Conferenza Episcopale dell’Emilia Romagna, firmata il 28 aprile 2016. Con questo atto sia la Regione che la Chiesa si impegnano a lavorare per lo sviluppo e l’assistenza ai pellegrini. Coinvolgeranno le Istituzioni Locali e le Parrocchie per dare assistenza soprattutto a chi affronta i Cammini con spirito religioso, mettendo a disposizione ciò che di più prezioso esiste: i luoghi della Fede e i luoghi materiali in cui la Fede si e sempre espressa (Chiese, Monumenti, Oratori….). Un’apertura (quella del Presidente della Regione Emilia Romagna e della Conferenza Episcopale della stessa Regione) che ben si sposa con il progetto del Ministro Franceschini (2016 = Anno dei Cammini) e la volontà di Papa Francesco (Giubileo della Misericordia). I Cammini e tutte le Associazioni che li propongono, li custodiscono, li accarezzano, sono così diventati patrimonio (come secoli fa) del “potere” temporale e del “potere” spirituale, in una sintesi che vede comunque al centro di tutto l’Uomo, la Persona, il Cittadino.
Grazie all’Assessore Andrea Corsini e a S.E. Mons. Carlo Mazza per averci fatto questo preziosissimo regalo.         – Convenzione –