Nell’estate delle ripartenze riparte anche la Via Romea Germanica, con tanto cammino da fare, tanto entusiasmo e rinnovati obiettivi, a servizio dei “pellegrini”, degli appassionati camminatori e dei territori attraversati.
L’Assemblea del 04 giugno 2022, presieduta dal Sindaco di Santa Sofia, uno dei Comuni fondatori, ha proceduto anche alla elezione di nuova Presidenza e nuovo Direttivo.
Presidente per i prossimi tre anni è stato eletto Flavio Foietta, uno dei soci fondatori della associazione italiana Via Romea Germanica.
Da presidente dell’Associazione Europea Via Romea Germanica (EAVRG – cui partecipano anche la tedesca “Romweg” tedesca e l’austriaca “Jerusalem Way”) in data 8 ottobre 2020, Foietta ha portato lo storico percorso al riconoscimento da parte del Consiglio d’Europa quale Rotta Culturale di interesse europeo, con la consegna del riconoscimento avvenuta lo scorso febbraio a Venezia.
Vicepresidente è stata eletta Ivana Bricca, già componente del precedente direttivo e rappresentante per l’area Umbria – Trasimeno; tesoriere è stato eletto Cesare Cucinato, anch’egli consigliere uscente e rappresentante per l’area Alto Adige – Trentino.
Ora l’associazione (i soci sono 44 Enti Pubblici e 40 Associazioni riconosciute) dovrà impegnarsi per mantenere il prestigioso riconoscimento, con la collaborazione attiva dei tanti soci, non solo Enti Pubblici, Comuni e Associazioni di volontariato, ma anche dei tanti soci sostenitori, amici e pellegrini.
Il lavoro da fare è tanto ed il nuovo direttivo ha già indicato una serie di obiettivi: il coinvolgimento di Regioni, Ministero e vari Gal (per dare solidità e struttura all’associazione), la manutenzione lungo tutto il percorso italiano, un maggiore coinvolgimento nelle attività di soci Enti Pubblici ed Associazioni, il sostegno alla EAVRG per raggiungere gli obiettivi richiesti al fine della verifica europea di fine 2023.
Nel frattempo si prepara l’accoglienza e l’organizzazione per l’arrivo in Italia del “Pilgrim Open Horizons”, l’iniziativa che vede un gruppo di pellegrini già partiti dal Nord della Germania, ed alcuni anche dalla Norvegia, per giungere a Roma lungo appunto la Via Romea Germanica, sulle tracce del monaco Alberto di Stade che nel 1.256 lasciò negli Annales Stadenses l’indicazione del suo percorso per Roma, fatto trent’anni prima.
I componenti del nuovo Direttivo sono stati portati da 9 a 13, con l’inserimento di alcuni amministratori, per meglio garantire il collegamento col vasto territorio coinvolto.
Oltre a Foietta, Bricca e Cucinato ne fanno parte Luigi Polo (consigliere uscente) e Massimo Cavazzana (sindaco di Tribano – PD) per il Veneto, Giacomo Pini di Forlì per l’EmiliaRomagna, Alessandro Vasarri (ex presidente CAI Arezzo) e Gianluca Bambi (esperto di cammini in ambito universitario) e Devis Milighetti (vicesindaco di Castiglion Fiorentino – AR) per la Toscana, Matteo Burico (sindaco di Castiglione del Lago – PG) per l’Umbria – Trasimeno, Ottavio Capini e Gigi Maravalle (sindaco di Ficulle – TR) per l’Umbria – Orvietano, Mirko Pacioni per l’Umbria Orvietano e Lazio.