L’appuntamento a Lussemburgo del 2 aprile prossimo è stato annullato per il Coronavirus. Eravamo pronti ad intervenire e presentarci ai rappresentati europei che devono decidere sul Riconoscimento della Rotte Culturali Europee.
Eravamo invitati, in quanto gli unici tre Itinerari Culturali candidati quest’anno sono:
1) Nikola Tesla Network
2) European Network of Historic Gardens
3) Via Romea Germanica
Quindi la VIA ROMEA GERMANICA è l’unica italiana, ed è l’unica che è un Itinerario di Cammino.
Il tutto viene rinviato quindi al 7-8 ottobre a Creta.
Nel frattempo, fatto tesoro della Relazione fatta dall’Ispettrice, la prof.ssa Kerstin Manz (dell’Unesco) con cui siamo stati il 17 e 18 dicembre scorso a Bolzano-Trento-Valsugana, cerchiamo di completare alcuni punti, come l’impegno degli Enti e Associazioni Austriache (nel frattempo è diventato socio il Comune di Patsch e aspettiamo anche la forte Associazione Tirolese della Jakobsweg) e per strutturarci meglio come Associazione Europea, in un clima sereno e fattivo con gli amici tedeschi ed austriaci.
Il 7/8 ottobre quindi, vogliamo che siano giorni di festa e che la VIA ROMEA GERMANICA, diventi il secondo Itinerario italiano di Cammini riconosciuto dall’Europa, al pari della Francigena.
Insieme si può!! Grazie ai nostri Consiglieri tedeschi, austriaci e italian!
Grazie a tutti e a presto.
Flavio Foietta, Presidente e della EAVRG